La compagnia teatrale

La Bambina del 600

Musica, coreografie e tanta ironia, per uno spettacolo tutto da ridere. Nelle sale della taverna del Prete di Rostoviglio si nasconde il fantasma di una piccina seicentesca. E’ questa la leggenda che si tramanda di giottino in giottino. Strani rumori, fiaccole che dondolano, luci che si spengono. La bambina del passato sembra essere piuttosto dispettosa. Leggenda o vera manifestazione extraterrena? La risposta alla domanda è davvero ardua, mai giottini hanno deciso di sfidare la superstizione….. E l’impertinente inquilina è stata trasformata nella bizzarra protagonista di una commedia esilarante. I giottini si sono scoperti attori, cantanti e ballerini. Un esperimento concluso con un indiscusso successo. Il Rione Giotti è diventato dunque una compagnia teatrale per portare in scena, con un’ironia unica, la leggenda della Bambina del ‘600. Il debutto in un teatro San Carlo gremito c’è stato domenica 5 Maggio 2011. Recitazione brillante e accattivante; voci soavi; coreografie ritmate mescolate con tradizione e superstizioni. Sono alcuni degli elementi di questa “commedia cantata” scritta e diretta da Silvia Metelli. Un testo che mescola sapientemente antichi racconti , moderne credenze e tante abitudini e costumi che spesso si nascondono tra le mura rionali. E’ così che Silvia riesce a portare l’atmosfera del rione, con gli sfottò e la passione, sul palcoscenico, assicurando a tutti risate a crepapelle.

Il segreto del Prete di Rostoviglio

La compagnia teatrale del Nobile Rione Giotti torna quest’anno nelle sale del teatro San Carlo, con la nuova ed esilarante commedia, ambientata nel mondo quintanaro ed in particolare tra le mura dei confini rionali in quella che fù e che tutt’ora è la locanda del Prete di Rostoviglio. Viene svelato così il segreto custodito dal Prete di Rostoviglio, colui che ebbe il compito di proteggere dai Goti un cimelio antichissimo: lo stemma con i simboli ed i colori di un’antica società segreta: il Nobile Rione Giotti. Questi sono solo alcuni degli elementi di questa “commedia cantata” scritta e diretta da Silvia Metelli. Un testo che mescola sapientemente antichi racconti , moderne credenze e tante abitudini e costumi che spesso si nascondono tra le mura rionali.

il segreto1ilsegreteo2