La nostra cucina

Le facce che troveremo quest’anno in cucina sono viste e riviste, così come il responsabile. Ma quello che è cambiato è il cuore pulsante del nostro settore: lo Chef.
Dopo aver trascorso dei meravigliosi anni insieme, il Rione si è dovuto separare dallo Chef storico Francesco Sarti, grandissimo amico e contradaiolo, che ringraziamo ancora di cuore per la sua disponibilità, la sua professionalità e sincera amicizia.
Francesco è stato sostituito dal professor Daniele Bianchini. Ha mosso i primi passi in cucina proprio all’interno delle nostre mura rionali, fino a diventare uno Chef di elevata esperienza e fama in tutto il nostro territorio, e appunto, professore presso l’Istituto Alberghiero di Spoleto. Insieme a lui abbiamo deciso di apporre delle novità significative al menù con l’inserimento, per la prima volta, di un menù completamente barocco, con piatti prettamente secenteschi che potranno essere degustati durante il periodo di apertura delle taverne.

10583871_10204411395189663_6290329278368537596_n

Altra novità interessante saranno i piatti del giorno, inseriti a seconda delle materie prime disponibili e alternati per garantire una offerta culinaria ancora più ampia. Le cene a tema, movimenteranno le serate, proponendo menù base di lumache, la cena a lume di candela o la serata della parolaccia.
La pasta, rigorosamente fatta in casa, sarà l’eccellenza del nostro ricco menù: gnocconi ripieni, gnocchi di patate, tagliatelle con farina di farro e molto altro ancora.
Novità importante anche alla brace ed ai secondi con piatti della tradizione.
pasta